Il Programma Operativo Nazionale (PON) del MIUR, intitolato “Per la Scuola - Competenze e Ambienti per l’apprendimento”, viene finanziato dai Fondi Strutturali Europei, contiene le priorità strategiche del settore istruzione e ha una durata settennale, dal 2014 al 2020. Il P.O.N. è articolato in 4 assi, ciascuno con propri obiettivi specifici: quello che riguarda l’istruzione è l’ASSE 1, che punta a investire nelle competenze, nell’istruzione e nell’apprendimento permanente per creare un sistema d'istruzione e di formazione di elevata qualità, efficace ed equo. Per la Programmazione 2014-2020 è disponibile un impegno economico di circa 2,2 miliardi di euro, stanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE) per la formazione di studenti, docenti e adulti; mentre circa 800 milioni sono disponibili per il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per laboratori, attrezzature digitali e per interventi rivolti all’edilizia scolastica.

L’Alternanza Scuola Lavoro è una modalità di realizzazione dei percorsi di studio del secondo ciclo, per assicurare alle studentesse e agli studenti, oltre alle conoscenze di base, l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro, mediante periodi alternati tra frequenza scolastica ordinaria e periodi di lavoro. I percorsi di alternanza sono progettati, attuati, verificati e valutati sotto impulso dell’istituzione scolastica, attraverso apposite convenzioni stipulate con enti pubblici e imprese private. La legge 107/2015 rende obbligatorio un periodo di alternanza scuola – lavoro di almeno 400 ore nell’ultimo triennio negli istituti tecnici e di almeno 200 ore nei licei, sia durante il periodo scolastico sia nelle vacanze estive. A tutela delle studentesse e degli studenti è stata pubblicata la Carta dei Diritti e dei Doveri degli Studenti i Alternanza Scuola Lavoro e Modalità di Applicazione della Normativa in Materia di Sicurezza

maturità

Entra nel vivo l’organizzazione degli Esami di Maturità. La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli ha firmato oggi l’annuale Ordinanza che prevede date e indicazioni operative per i consigli di classe, le commissioni, le candidate e i candidati. In queste ore sono state anche scelte le tracce per la prima e le seconde prove come annuncia Francesco Branca, a capo della struttura tecnica degli Esami di Stato, in un video che fa parte della campagna di comunicazione del Ministero dal titolo ‘No Panic’.

banconota

Dal 2015 gli oltre 740.000 docenti di ruolo della scuola italiana hanno a disposizione 500 euro da spendere per l’aggiornamento professionale. Un bonus che nella sua prima erogazione è stato assegnato eccezionalmente con accredito sullo stipendio. Dal 2016 è cambiato il sistema di erogazione, come annunciato nel Piano di formazione degli insegnanti e attraverso la nota del 29 agosto 2016 relativa alla rendicontazione delle spese dell'anno precedente.

L’importo resta lo stesso: 500 euro che saranno assegnati attraverso un ‘borsellino elettronico’. L’applicazione web “Carta del Docente” è disponibile all’indirizzo Cartadeldocente.istruzione.it dal 30 novembre 2016. Attraverso l’applicazione è possibile effettuare acquisti presso gli esercenti ed enti accreditati a vendere i beni e i servizi che rientrano nelle categorie previste dalla norma.